mercoledì 8 luglio 2015

COMUNICATO STAMPA DEL 2 LUGLIO 2015

Nessun commento:

ivass

L’IVASS rende noto che sono state segnalate polizze fideiussorie false intestate a

FGIC UK LIMITED

impresa assicurativa con sede legale nel Regno Unito (C/o Mazars LLP, Tower Bridge House, St. Katharines Way, London – United Kingdom E1W 1DD), che era stata abilitata all’esercizio dell’attività assicurativa in Italia nel 2005, nei rami 14 (credito), 15 (cauzione) e 16 (perdite pecuniarie). In data 23 febbraio 2015 FGIC UK Limited ha dichiarato di aver cessato di sottoscrivere nuove polizze da gennaio 2008 e che la validità dell’ultima polizza emessa in Italia è terminata nel mese di agosto 2012. Pertanto, l’eventuale stipulazione di polizze recanti l’intestazione “FGIC UK LIMITED”, comporta per i contraenti l’insussistenza della copertura assicurativa e per gli intermediari lo svolgimento di un’attività non consentita dalle vigenti disposizioni normative.

Più in generale, l’IVASS raccomanda sempre di verificare, prima della sottoscrizione dei contratti, che gli stessi siano emessi da imprese regolarmente autorizzate allo svolgimento dell’attività assicurativa, tramite la consultazione sul sito www.ivass.it:

-       degli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia;
-       dell’elenco degli avvisi relativi a “Casi di contraffazione o società non autorizzate”;
-       del Registro unico degli intermediari assicurativi e dell’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea.
I consumatori possono chiedere chiarimenti ed informazioni al Contact Center dell’IVASS al numero verde 800-486661 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.30.

Si invitano gli Organi di informazione a dare il massimo risalto al presente comunicato nell’interesse degli utenti.



Convegno di Consumers Forum: EDUCAZIONE FINANZIARIA E NON SOLO

Nessun commento:

Convegno di Consumers Forum sul tema:

EDUCAZIONE FINANZIARIA E NON SOLO

ROMA il 6 giugno 2015 in Piazza della Pilotta – Roma Eventi

 Ecco i link ai video:

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo 1/2 Consumers Forum

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo 2/2 Consumers Forum

=====   I  SINGOLI  INTERVENTI  ========

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - FABIO PICCIOLINI inizio, chiusura e intervista

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - ORESTE CALLIANO

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - GAIA COCCIARELLI

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - ROBERTO BATTAGLIA

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - MAGDA BIANCO

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - LEANDRO POLIDORI

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - ANTONIO TROVARELLI

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - GIUSEPPE D'AGOSTINO

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - GIOVANNA BAGGIO ROBUTTI

Roma 09-06-15 Educazione finanziaria e non solo - CAROLINA GIANARDI - Poste Italiane SpA

A TUTTI UN CORDIALE SALUTO

Carlo Cardarelli
ACU Marche

Convegno OGM- M5S

Nessun commento:


Ecco due video del convegno tenutosi dal Gruppo M5S del Senato sul tema OGM in agricoltura.

Carlo Cardarelli

Acu Marche


https://www.youtube.com/watch?v=Ai1IrZCxfwA




https://www.youtube.com/watch?v=B5b8Tf0cpcA

giovedì 18 giugno 2015

AL VIA LA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE NAZIONALE DI “IO SONO ORIGINALE”

Nessun commento:


COMUNICATO STAMPA

Un coinvolgente road show e divertenti flash mob per dire no alla contraffazione

 Roma, 17 giugno 2015 - Grandi eventi in programma per “Io Sono Originale”, l’iniziativa finanziata dal Ministero dello Sviluppo economico Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione - UIBM e realizzata dalle associazioni dei consumatori*, che mette in campo attività di informazione e di sensibilizzazione per i cittadini sulla contraffazione e sulla tutela della proprietà industriale.
Per questa campagna di comunicazione nazionale, “Io Sono Originale” girerà l’Italia con un coinvolgente road show e divertenti flash mob  per arrivare dritto al cuore e alla mente delle persone con il suo importante messaggio: la contraffazione è un fenomeno che va combattuto, fa male alla nostra economia e alla nostra salute, scegliere prodotti originali è invece sinonimo di sicurezza e di garanzia.
Il primo a partire sarà il road show, un tour che toccherà 19 città italiane per un totale di 20 eventi pubblici. Prima tappa: 24 giugno a Torino per finire il 7 agosto a Senigallia (Ancona). Con l'obiettivo di coinvolgere il maggior numero di persone, gli eventi saranno organizzati in luoghi di grande aggregazione e durante manifestazioni pubbliche. Il road show non passerà inosservato: gazebo, totem e un pick up personalizzato “Io Sono Originale” compongono la struttura mobile dove si potranno ricevere materiali
informativi sulla lotta al falso e simpatici gadget. Non mancheranno inoltre spettacoli e giochi per i bambini.
Il 29 giugno a Milano è previsto invece il primo di sei flash mob  che coinvolgeranno poi le città di Brindisi, Como, Parma, Marsala e Viareggio.
Prima di ogni evento verranno allestiti dei punti informativi che potranno fornire informazioni sul progetto e distribuire  materiale sulla contraffazione.
I flash mob, cui daranno il là scuole di street-dance locali, coinvolgeranno i consumatori in un frenetico ballo collettivo.
Per la comunicazione dell’iniziativa verrà realizzata anche una campagna di guerrilla marketing “green” che nelle zone prossime all’evento segnalerà la presenza dei punti informativi e del flash mob. Sfruttando la sola azione dell’acqua verrà impresso sui marciapiedi e nelle piazze il logo dell’iniziativa per una comunicazione spettacolare e “ecologica”.

I calendari del road show e dei flash mob sono disponibili sul sito www.iosonoriginale.it.

Ufficio stampa_Io sono originale

Ufficio stampa Consumago

lunedì 15 giugno 2015

Milano 11 giugno Carlo Cardarelli e Gianni Cavinato di ACU Visitano EXPO2015

Nessun commento:

CARE AMICHE ED AMICI,
VI INVIO UN PICCOLO VIDEO CHE DOCUMENTA LA BREVE VISITA DI UNA MEZZA GIORNATA FATTA DAL
SOTTOSCRITTO CARLO CARDARELLI INSIEME A GIANNI CAVINATO (PRESIDENTE NAZIONALE DI ACU), CHE MI HA ACCOMPAGNATO A MILANO PRESSO L’EXPO 2015. UNA VISITA CON PRO E CONTRO TUTTI DA VALUTARE.

UN CARO SALUTO DA CARLO CARDARELLI.

Clicca per vedere il video:




domenica 14 giugno 2015

Comunicato stampa IVASS del 5/6/2015 - Le polizze abbinate ai finanziamenti. Le linee di intervento dell'IVASS e della Banca d'Italia a tutela dei consumatori

Nessun commento:

IVASS e Banca d'Italia, oggi, hanno incontrato rappresentanti dei consumatori, delle imprese e degli intermediari assicurativi, delle banche e delle società finanziarie per discutere sul tema:

“Polizze abbinate ai finanziamenti – Le linee di intervento dell’IVASS e della Banca d’Italia a tutela dei consumatori”.

Il Presidente dell’IVASS e Direttore Generale della Banca d’Italia Salvatore Rossi ha introdotto l’incontro, poi coordinato dal Consigliere dell’IVASS Riccardo Cesari. I due Istituti, a seguito delle indagini condotte nei rispettivi ambiti di competenza, hanno riscontrato numerose criticità nella produzione e nella distribuzione di polizze assicurative abbinate a finanziamenti, che sono state illustrate dalle responsabili dei rispettivi Servizi per la tutela dei consumatori, Elena Bellizzi per l’IVASS e Magda Bianco per la Banca d’Italia. In particolare sono state rilevate:

1. nella produzione (imprese di assicurazione): un’eccessiva standardizzazione delle polizze, in quanto viene confezionato un prodotto valido “per tutti”; la previsione di numerose esclusioni e limitazioni nonché periodi di “carenza” e/o ”franchigie” eccessivamente estesi e spesso cumulati tra di loro; la mancata o tardiva restituzione della parte di premio “non goduto”, in caso di estinzione anticipata del finanziamento. 

Infine, è stato accertato che, in molti casi, diverse garanzie costituiscono un pacchetto multirischio unico, con coperture “rotanti” in funzione dello status del cliente al momento del sinistro;

2. nella distribuzione (banche e finanziarie): vendite “forzate” (la polizza, sebbene facoltativa, è imposta di fatto dalla banca/finanziaria come condizione per accedere al finanziamento); assenza di verifiche di adeguatezza della polizza alle effettive esigenze del cliente; scarsa informativa al cliente sulle caratteristiche, sui limiti e sul costo della copertura assicurativa.

Nel corso dell’incontro, IVASS e Banca d’Italia hanno riaffermato che nel mercato delle polizze abbinate ai finanziamenti è prioritario l’obiettivo della tutela del cliente e che una condotta corretta è nell’interesse di tutte le imprese, banche e assicurazioni. I due Istituti hanno illustrato le possibili linee d’azione, richiamando anche le indicazioni fornite dagli Organismi internazionali, e hanno comunicato che intendono avviare approfondimenti su struttura e livelli dei costi delle polizze abbinate ai finanziamenti.

Sulla base dei commenti e delle proposte ricevute nel corso dell’incontro, i due Istituti forniranno specifiche indicazioni al Mercato, richiedendo il riallineamento dei prodotti e delle prassi di vendita alle linee indicate.


DIFENDIAMO IL MERCATO TUTELATO DELL’ENERGIA ELETTRICA

Nessun commento:


Care amiche ed amici, VI CHIEDO TRE MINUTI DEL VOSTRO TEMPO
Per andare a sottoscrivere la petizione  “Si al mercato Tutelato, NO  al mercato libero dell’energia”
SE CADE QUESTA TUTELA, AUMENTERANNO SENZA CONTROLLO LE TARIFFE DELL’ENERGIA.
Questo appello è stato lanciato da GIANNI CAVINATO presidente nazionale di ACU Associaz. Cons. Utenti,
PER CERCARE DI FERMARE L’ASSALTO AI RISPARMI DEI CITTADINI-CONSUMATORI ITALIANI;
FIRMA e diffondi la possibilità di  firmare questa petizione al Presidente della Repubblica, affinché ci sia una
BARRIERA PROTETTIVA PER IL CITTADINO CHE SCEGLIE DI ADERIRE AL MERCATO TUTELATO.
DIFFONDETE QUESTO APPELLO E FATE FIRMARE I VOSTRI AMICI ED AMICHE
CLICCA QUI:

Sono Gianni Cavinato e, a nome e per conto dell’ACU-Associazione Consumatori Utenti,organizzazione senza scopo di lucro, mi rivolgo al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Come tutti i cittadini italiani e residenti in Italia, vengo continuamente turlupinato da messaggi pubblicitari, telefonate al mio cellulare e a casa con proposte commerciali del cosiddetto mercato libero delle aziende energetiche e poiché con il Disegno di Legge n.30/12 il Governo Renzi propone di abrogare il cosiddetto mercato tutelato dell’energia elettrica e del gas, sono molto preoccupato del peggioramento della situazione non solo per me, ma per tutti.
Mi rivolgo al Presidente Sergio Mattarella perché l’abolizione del mercato tutelato dell’energia domestica e per le PMI, espone non meno del 70% delle famiglie italiane all’arroganza e all' arbitrio del libero mercato che vede il singolo cittadino in una posizione di potere contrattuale asimmetrica rispetto alle aziende del settore che operano in regime di oligopolio.
Al Presidente Sergio Mattarella chiedo di vigilare sul comportamento del Governo e assicurare che l’iter parlamentare della discussione preveda una indagine conoscitiva approfondita e audizioni di tutti i soggetti interessati a cominciare dalle associazioni dei consumatori e dalla società civile.
Io e la mia famiglia abbiamo sempre mantenuto il regime tariffario del mercato tutelato e ci siamo trovati sempre bene.
Anche in questi ultimi mesi l’Autorità di settore (AEEGSI) ha affermato che non si sono ancora registrati dei vantaggi economici per quelle famiglie che sono passate dal mercato tutelato al mercato libero. Ed infatti, poco meno di un terzo degli utenti domestici hanno cambiato regime tariffario, nonostante siano passati diversi anni dalla sua introduzione.
Mantenere il mercato tutelato significa fornire una concreta tutela ai cittadini più deboli, tanto più in questa situazione di perdurare della crisi economica ed occupazionale.
Ci pare proprio che il Governo Renzi sia al soldo di aziende che non hanno a cuore i loro clienti, ma guardano solo ai loro portafogli.
No al mercato libero, si al mercato dell’energia tutelato.

martedì 9 giugno 2015

Ci sarà mai in Italia un referendum consultivo sull’Euro?

Nessun commento:
 
Se lo chiede Gianni Cavinato – presidente di ACU – all’indomani della presentazione in Senato di 200mila firme raccolte dal M5S a sostegno di una legge popolare che chiede al Parlamento di decidere in merito al referendum consultivo sull’Euro.
Non è affatto scontato che questo obiettivo vada a buon fine, ma il perdurare della crisi e della disoccupazione, dell’aumento progressivo del debito pubblico e del massacro che sta subendo la Grecia, sono tutti elementi che dovreanno far riflettere tutti i parlamentari italiani. Di certo, con questa iniziativa, il M5S mette un grosso granello di sabbia nell’ingranaggi del Governo Renzi e del PD, ormai diviso su tutto.
ACU, condividendo l’idea di un referendum consultivo sull’Euro, quale  strumento di democrazia partecipata,  si augura che il dibattito parlamentare si svolga in tutta la sua pienezza di poteri e nel tempo più rapido possibile.

Gianni Cavinato