sabato 1 settembre 2007

La parola al Consumatore: i fatti raccontati da voi!

Oggi apriamo una nuova rubrica.
Invitiamo tutti i visitatori a farci sapere la loro esperienza, se hanno avuto problemi con dei prodotti e il comportamento tenuto dalle aziende in questione, a scriverci cosa hanno passato.
Lasciate un commento a questo post o mandate una mail alla nostra casella di posta, associazione@acu.it .



Consuma Giusto vuole diventare un luogo dove poter dare visibilità ai problemi delle persone, dei consumatori e dei cittadini, per condividere le esperienze e per mettere in guardia quelle aziende che non si comportassero secondo un giusto profilo etico e legale.


La segnalazione di oggi riguarda Telecom Italia, che ci viene spedita da Roberto Ghilardini, della ditta CAFFE' PIU' di Modena (vedi blog).



Abbiamo deciso di cambiare gestore perchè TELECOM ITALIA, il ns. attuale gestore, ci causava spesso guasti sulla linea dovuti ad un eccessivo affollamento di traffico sulla centralina locale di Via dei Vitali. Oltre a non aver mai posto rimedio, quando subivamo un guasto (2-3 giornate al mese), erano pure arroganti ed altezzosi: “lo sapete che ogni tanto c’è un guasto, noi del 191 cosa possiamo farci?” Ahh… Se non lo sapete voi che siete del servizio clienti, lo devo sapere io che faccio del caffè?!

Quindi a luglio decido che è ora di piantarla di farsi prendere per il culo da TELECOM ITALIA e chiamo i signori di FASTWEB. Firmiamo il contratto, il progetto tecnico e resto in attesa. Dopo 20 giorni due tecnici mi hanno portato la linea veloce, montato gli apparati nel mobile rack ed installato i telefoni.

Ora abbiamo una potentissima linea internet a 4Mb, 10 telefoni di ultima generazione IPPHONE che utilizzano il protocollo VoIP per effettuare chiamate. Che bello, bellissimo. Il problema è che dall’installazione passa più o meno altri 20 giorni per terminare il processo di number portability dei nostri numeri da TELECOM ITALIA a FASTWEB. Funziona esattamente come per i cellulari. Cambi operatore ma non il numero.

A questo punto, nel mezzo di questa operazione transitiva, in cui noi utilizziamo ancora TELECOM ITALIA, si verifica il solito guasto. Chiamiamo il numero 191 per far risolvere il guasto, nel mentre ci siamo informati da dei tecnici, per cui gli diciamo: “siamo della CAFFE PIU, abbiamo un guasto, dica ai tecnici di centrale di fare un refresh della nostra borchia”. Meglio di così…

I signori del 191 ci rispondono: “ah guardi dal momento che FASTWEB ci ha comunicato la vs. intenzione di cambio gestore, noi non vi mettiamo più a posto nulla! Se volete risolvere il guasto vi inviamo un modulo che ci autorizza a bloccare il passaggio di gestore verso FASTWEB così restate con noi. Differentemente non possiamo fare nulla!”. E così da 5 giorni siamo senza linea, dato che la risposta è stata: “andate a fanculo!”

Entro la giornata odierna FASTWEB ci ha garantito il ripristino delle linee, nel mentre abbiamo provveduto a comunicare questo abuso di potere di TELECOM ITALIA a Beppe Grillo, all’associazione consumatori e alla trasmissione televisiva MI MANDA RAI3.



Vuoi dire la tua su questa vicenda?
Vuoi raccontare la tua esperienza con Telecom Italia?
Vuoi descriverci un sopruso che hai dovuto sopportare?

Il blog di ACU, Consuma Giusto, è a tua disposizione. Lascia un commento, discuti con gli altri consumatori che si possono trovare in questo blog, nella massima libertà.

1 commento:

danio da Pistoia ha detto...

Noto con piacere che c'è gente che non si perita di mandare aff... la Telecom.Anch'io come tanti altri subisco le angherie di questi ....
Mi sono dovuto però tenere basso perchè nonostante i modi dei call center siano più urbani e cortesi gli altri gestori hanno la brutta abitudine di riportare i difetti Telecom. Auguro di cuore un "in bocca al lupo".