lunedì 1 ottobre 2007

Cip 6: 30 milioni di euro l'anno per otto anni per un gassificatore??


CIP 6: 30 MILIONI DI EURO L'ANNO
PER IL GASSIFICATORE DEI MALAGROTTA, PER 8 ANNI?



Il Cip 6, come è arcinoto, è la chiave di tutto in tema d'incenerimento dei rifiuti.
Senza i soldi delle sovvenzioni statali "cascherebbe l' eros" (ci si consenta l'espressione) dell'incenerimento, della gassificazione, della combustione dei rifiuti.

L' Italia è il solo paese sul continente europeo che ha introdotto l'anomalia imbecille - ma perfettamente strumentale - delle "energie assimilate".
Sedicenti assimilate, s' intende , alle energie da fonti rinnovabili che il CIP 6 doveva invece incentivare sulla base della normativa UE.

MA COSI' NON E' STATO.

Oltre 30 miliardi di euro, infatti, dal 1991 ad oggi, sono stati invece devoluti al trattamento degli olii esausti, dei prodotti di scarto dell' industria petrolifera, e all' incenerimento dei rifiuti. E' un vero e proprio scandalo nazionale. Un altro.
Che ha consentito ai beneficiari della "pacchia del CIP 6" di vendere all'ENEL l'energia elettrica prodotta bruciando rifiuti (e inquinando abbondantemente l'ambiente, inutile dirlo) a tre volte il prezzo di mercato.
Come ebbe a sottolineare ad una Festa de "L'Unità", con un indimenticabile "autogol", l'ex presidente dell'AMA Massimo Tabacchiera, che reclamava (anche lui per il "pubblico" e non soltanto Cerroni per il "privato" !) "la ciccia" (sic !) per l' Agenzia romana dei rifiuti, cioè l'ingente guadagno che sarebbe risultato dall'operazione CIP 6 anche per un termovalorizzatore/gassificatore dell'AMA (dopo il gassificatore di Cerroni ).

Abbiamo chiesto a Marino Ruzzenenti, autore del fondamentale volume "L'Italia sotto i rifiuti", dei dati sul "famoso" termovalorizzatore ASM di Brescia, che trasmettiamo in allegato (link alla fine dell'articolo, ndr).
Per una potenza installata di 80 MW, l' inceneritore di Brescia ha ricevuto, grosso modo, oltre 60 milioni di Euro l' anno per 8 anni.
E il gassificatore di Malagrotta, allora, quanto dovrebbe ricevere con il CIP 6?
In mancanza di accesso ai bilanci del COLARI (come invece dovrebbe essere possibile con una società normale in un paese normale...), dobbiamo ragionevolmente dedurre che, con una potenza programmata di 36 MW, il gassificatore COLARI dovrebbe ricevere una cifra che si aggirerà sui 30 milioni di Euro l'anno, per 8 anni.
Se questa deduzione non è corretta saremo lieti di ricevere una smentita e di sapere come stanno esattamente le cose.

Sergio Apollonio


Per visualizzare i dati sul termovalorizzatore ASM di Brescia clicca su:

Nessun commento: