domenica 28 ottobre 2007

Gianni Cavinato a Decimoputzu

Il Presidente di ACU, Gianni Cavinato, è partito questa mattina per la Sardegna.
La meta del viaggio è Decimoputzu, il paese sardo in cui la realtà contadina sta venendo strangolata dalle banche.
Gianni porterò la solidarietà e la presenza di ACU a sostegno delle aziende contadine che si trovano ora in grave difficoltà.

Per comprendere meglio quello che sta accadendo, vi consigliamo i nostri post sul tema e un recente articolo del CorSera del 25 ottobre.


I pastori sardi: «Strangolati dalle banche»
Le Aziende agricole falliscono: un bluff i mutui agevolati. E Beppe Grillo sostiene la protesta


DECIMOPUTZU (Cagliari)
— Maledetta primavera, l'88. Salvatore Murgia e sua moglie un lavoro ce l'avevano, nell'88. Vivevano a Milano. Riparatore di caldaie lui, infermiera lei. Stipendi, tredicesime, qualche sfizio. Anche sei ettari di famiglia giù in Sardegna, a Decimoputzu: «Quella primavera stavamo qui in vacanza e vedevamo le pubblicità: sardi tornate, venite a investire! Un affare, dicevano. Ci siamo cascati». Sembrava facile: l'agricoltura in tutta Europa crollava, ma sull'Isola dei Fumosi soffiavano negli occhi e promettevano che no, qui il futuro era l'aratro. Anzi, le «strutture in ferrovetro ». Che poi erano le serre: da coltivare a fiori, a carciofi, a pomodori, a piacere. Ne spuntavano dappertutto: un metro quadrato, 50 mila lire nette di guadagno. Provare per credere. Salvatore e sua moglie tornarono. Ci provarono. Ci credettero. Con 80 milioni di lire: un prestito agevolato della Regione, bassi tassi, le banche a sfornare studi di fattibilità, e vai con la serra.

Continua a leggere l'articolo >>

Nessun commento: