martedì 2 ottobre 2007

Nasce un nuovo Blog, il vostro: "La Parola al Consumatore"


Cari amici, non ci aspettavamo un simile successo.

La nostra iniziativa di pubblicare i vostri reclami e le vostre segnalazioni nella rubrica La Parola al Consumatore (premettendo che viene sempre data l'assistenza e le indicazioni necessarie a risolvere il problema, e che veniamo sempre autorizzati alla pubblicazione) ha avuto un enorme seguito.

Tutti i giorni riceviamo una valanga di email da parte vostra, segno che le cose non vanno e che bisogna cambiare. Continuate così!!

ACU vuole darvi voce; ACU vuole darvi uno spazio dove pubblicare la vostra storia e dove sia possibile commentare liberamente tutto ciò che viene (da voi) scritto.

Questa iniziativa è un segnale forte che qualcosa si sta muovendo.

I cittadini consumatori cominciano a prendere coscienza della loro forza. Siamo noi, che tutti i giorni andiamo a fare la spesa, ad influenzare con le nostre scelte il futuro dell'economia, della politica, dell'ambiente.

E' importante agire come un organismo ben coordinato, consapevoli del proprio potere e delle proprie idee.

Cari amici, un'azienda (magari multinazionale) ha a disposizione un contrattuale sproporzionato rispetto a quello del normale cittadino consumatore (normale perchè sappiamo che ci sono cittadini più "uguali" di altri.

La stessa cosa dicasi in caso di controversia, nella quale l'azienda ha a disposizione risorse smisurate da porre in campo contro il cittadino consumatore, che spesso mastica amaro e ingoia il boccone senza fare nulla.

Ed è anche in queste situazioni che noi vogliamo aiutarvi. La nostra associazione si prefigge, tra gli altri, questo scopo.

Lo strumento che vi mettiamo a disposizione vive grazie a voi, alle vostre segnalazioni, al vostro passaparola.

Visitate il blog, e segnalate, raccontate e denunciate.



1 commento:

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti voi , ho appena letto questo lavoro qui , come piedi con grande scrittura !
Gongratulation , restare al sicuro anche avere un grande 2011! Spiacente per il mio cattivo Italiani!