mercoledì 3 ottobre 2007

Nuova sede per ACU Toscana: intervista a Clara Gonnelli


Articolo
a cura di: Vanni Santoni, di Prontoconsumatori.it


Lunedi 17 settembre, alla presenza di cittadini e rappresentanti delle istituzioni, l’Acu, Associazione Consumatori Utenti, ha inaugurato a Carrara la nuova sede e il nuovo sportello Prontoconsumatore. Il nuovo spazio è ubicato presso l’ex-Mulino Forti.

Ieri, lunedi' 17 settembre, l’Acu, Associazione Consumatori Utenti, ha inaugurato la nuova sede e lo sportello “Prontoconsumatore” di Carrara, presso l’ex-Mulino Forti. Hanno partecipato all’iniziativa il sindaco di Carrara Angelo Zubbani, l’Assessore alle Politiche sociali Massimiliano Bernardi, il funzionario dell’Ufficio tutela del consumatore della Regione Toscana Paolo Caldesi e il presidente regionale dell’Acu Clara Gonnelli, oltre a un nutrito ed entusiasta pubblico di cittadini e rappresentanti dell’associazionismo e del volontariato carrarese.

Una nuova sede per l’ACU, un nuovo sportello per Prontoconsumatore.


Ieri, lunedi' 17 settembre, l’Acu, Associazione Consumatori Utenti, ha inaugurato la nuova sede e lo sportello “Prontoconsumatore” di Carrara, presso l’ex-Mulino Forti. Hanno partecipato all’iniziativa il sindaco di Carrara Angelo Zubbani, l’Assessore alle Politiche sociali Massimiliano Bernardi, il funzionario dell’Ufficio tutela del consumatore della Regione Toscana Paolo Caldesi e il presidente regionale dell’Acu Clara Gonnelli, oltre a un nutrito ed entusiasta pubblico di cittadini e rappresentanti dell’associazionismo e del volontariato carrarese.

Presidente Gonnelli, un commento alla presentazione?


“Obiettivo dell’iniziativa era certamente la presentazione dello spazio alla cittadinanza, ma anche e soprattutto informare la popolazione, le istituzioni, gli enti e le associazioni riguardo al servizio di sportello e sulle azioni progettuali che intendiamo realizzare”.


Quali sono i vostri principali obiettivi?

“Prima di tutto rafforzare l’attività degli sportelli: è attraverso luoghi di
incontro con i cittadini come questo che è possibile svolgere nel modo più
efficace le azioni di assistenza e informazione”.


Durante l'incontro stampa ha posto l’accento in modo particolare sull’informazione.


“Crediamo che informare sia una delle priorità per una associazione
consumeristica, e non ci limiteremo a farlo di persona, tramite la nuova sede:
stiamo predisponendo un piano di comunicazione che prevede, tra le altre cose,
il totale rinnovamento del sito Internet e la pubblicazione di una rivista
monografica trimestrale, 'Acutoscana informa'”.


A livello consumeristico quali sono i temi che vi vedono maggiormente impegnati?


“Tra i molti fronti su cui lavoriamo, ci tengo a citare la nostra collaborazione con la Commissione Internazionale per il futuro dell’Alimentazione e dell’Agricoltura, l’attività in favore della certificazione di palestre, centri benessere e piscine e l’iniziativa 'Sport, attività motorie, prevenzione di anoressia e bulimia', volta a creare laboratori sperimentali per l’educazione alimentare”.


Siete molto impegnati anche a livello propositivo.


“Si', recentemente ci siamo impegnati molto in favore della “class action” (azioni collettive a fini risarcitori, N.d.R.) e per la presentazione di due proposte di legge di iniziativa popolare sulla sovranità alimentare”.


Quale futuro per l’Acu nella nuova sede?


“Credo fermamente che questa non debba essere vista come la nuova sede dell’ACU, bensì come un nuovo spazio a disposizione della cittadinanza. Per questo abbiamo chiesto al sindaco un appoggio nella costruzione di un centro multimediale all’interno di questo spazio. Colgo anzi l’occasione per invitare cittadini e associazioni a partecipare alle iniziative e alla fruizione di questo nuovo spazio”.

Nessun commento: