venerdì 30 novembre 2007

Lettera al TG 1 - Vanna Marchi e le march...ette

Caro Direttore del TG1,

Ieri (20 Novembre 2007), durante l'edizione serale del  suo TG ho assistito ad un fenomeno paranormale del quale vorrei raccontarle.

Tra un omicidio efferato e l'altro è partito un servizio nel quale la famigerata truffatrice Vanna Marchi ha goduto di qualche minuto di pubblicità gratuita per la sua nuova attività ed ha protestato la propria innocenza riguardo la sua vicenda giudiziaria (senza contraddittorio).

Stupito dalla irrealtà della situazione ho cercato di spiegare il fenomeno attraverso diverse ipotesi:

1) Essendo raffreddato da alcuni giorni ed in un periodo di lavoro intenso ho forse vissuto un'allucinazione; in questo caso il servizio non è mai stato trasmesso, le chiedo umilmente scusa del disturbo e la invito a non proseguire con la lettura della presente.

2) Una civiltà extraterrestre,  nell'urgenza di mettersi in contatto con suoi emissari già giunti sulla terra, ha manomesso il segnale RAI per trasmettere loro un messaggio in codice; l'accordo tra trasmettitore e ricevente era di attendere un servizio televisivo estremamente improbabile.


Ho formulato una terza ipotesi, ma questa è la più assurda di tutte e ne parlo solo per pura speculazione:

3) Il servizio è stato realmente trasmesso dal TG1


Quest'ultima ipotesi non ha alcun fondamento: si immagini un povero precario dell'Italia di questi giorni tornare a casa, stanco per la pesante giornata, che vede il servizio e realizza che i soldi da lui spesi per il canone RAI servono a pubblicizzare chi, già condannato in primo grado per truffa,  con  ghigno sprezzante  sembra voler dire: "Ecco l'Italia di oggi: criminali a piede libero fan sfoggio di se sulle reti tv pubbliche mentre uomini onesti lottano ogni giorno per il pane". No, no, sarà d'accordo con me che questa terza ipotesi non ha alcun fondamento.

Mi sembra che l'ipotesi di perturbazione marziana sia più probabile; le scrivo  perciò perchè, attraverso di lei, la redazione scientifica della RAI venga a conoscenza di questo fatto e ne faccia magari uso in una trasmissione di carattere ufologico.

Le auguro buon lavoro e le invio i più cordiali saluti.

Tommaso Anzidei, Firenze

P.S. Ma per assurdo! Supponiamo che la terza ipotesi sia vera.
Secondo lei il direttore del TG1 dovrebbe porgere le proprie scuse agli spettatori? O forse anche questa è fantascienza?

Nessun commento: