venerdì 14 dicembre 2007

Adeguare tutta la Pontina, potenziare il ferro e tutelare l'ambiente si può!

Decine di cittadini aderenti al Comitato NO Corridoio Roma – Latina hanno esposto  lo striscione presso la sala delle conferenze di Latina, dove si sta svolgendo l’incontro promosso dalla Regione Lazio  per riconfermare la contestazione contro il progetto devastante, inutile ed oneroso.

In questo momento i cittadini stanno denunciando a gran voce, con questa iniziativa, il comportamento illegale della Giunta Regionale del Lazio, che non dà seguito con atti amministrativi, come invece prevede la normativa vigente, all’interruzione della procedura derivante  dall’assenza dello studio di impatto ambientale e della relazione tecnica/illustrativa,  oltre che della relazione giustificativa degli espropri, che sono determinanti per la completezza della documentazione e per la compatibilità del tracciato ai fini ambientali ed urbanistici.

Solo dopo l’acquisizione della suddetta documentazione si potrà attivare la nuova procedura ed è stato quindi chiesto che al massimo entro domani 5 dicembre 2007 ci venga consegnata una risposta definitiva ed ufficiale che eviti la decorrenza dei termini prevista per il 10 dicembre 2007, scaduta la quale – se non viene modificato nulla – si sancirebbe in maniera definitiva che tutta questa operazione risulterebbe un enorme imbroglio, a tutto vantaggio solo di chi costruirà.

Il Comitato NoCorridoio Roma-Latina, nel ribadire le proprie richieste:

1) adeguamento per la sicurezza di tutta la Pontina;
2) potenziamento delle linee ferroviarie;
3) tutela dell’ambiente; 

intraprenderà tutte le iniziative sociali e legali idonee a far rispettare la normativa.

Comitato NO corridoio Roma – Latina

Nessun commento: