sabato 15 dicembre 2007

Fastweb: la nostra Guida

Sul nostro blog La Parola al Consumatore pubblichiamo quotidianamente le vostre segnalazioni.
Quando vediamo che molte segnalazioni sono concentrate su un particolare problema o nei confronti di una particolare azienda, pubblichiamo una guida per aiutarvi e capire come districarsi nei problemi che vi capitano.
Quella che segue è l'ultima guida pubblicata, su Fastweb.

------------------



Riceviamo in questi giorni segnalazioni relative a molteplici disservizi Fastweb che vanno affrontati su due diversi piani.

Da una parte, sussistono delle problematiche di tipo, per così dire, "pubblicistico", ad  esempio impossibilità di mettersi in contatto col Servizio Clienti, se non a mezzo cellulare e dunque a pagamento, la scarsa copertura di rete a fronte della pubblicizzazione in tal senso di Fastweb, il mancato recepimento di Fastweb della disdetta del contratto telefonico e conseguente mancato distacco nei termini di legge, etc: ebbene, per tali problematiche ACU sta raccogliendo e catalogando tutti i reclami di questo tipo per interessare direttamente a tal fine l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

Sotto altro aspetto, vanno analizzati quei problemi di carattere "privatistico", che perciò vanno risolti tra privato ed operatore telefonico, se del caso con l'aiuto di ACU, del CO.RE.COM. e dell'Autorità Giudiziaria (Giudice di Pace o Tribunale).

Il riferimento fondamentale è IL CONTRATTO: cosa ha sottoscritto l’utente?

E' in base al contratto, difatti, che potrà rivendicare i suoi  diritti verso l'Operatore telefonico. A tale proposito anche i volantini pubblicitari, se riferiti all'offerta cui l’utente ha aderito, impegnano nei suoi riguardi l'operatore (l'ingannevolezza del messaggio pubblicitario è peraltro passibile di segnalazione all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ed all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, trattandosi di materia di telefonia).

Quanto ai disservizi durante il corso del contratto - pur non avendo linea, ad esempio, il contratto comunque è formalmente in piedi -  l’utente farà bene a premurarsi di SCRIVERE a Fastweb  a mezzo raccomandata a/r o fax, E PER CONOSCENZA AD ACU – Via Padre Luigi Monti 20/c – 20162 Milano di volta in volta, informando Fastweb di quanto sta accadendo, diffidandola a provvedere in merito, riservandosi in ogni caso di richiedere il dovuto risarcimento o la risoluzione del contratto (questo sempre a mezzo raccomandata a/r), se l'inadempimento contrattuale è grave.

Se non si riuscirà  a risolvere  la situazione, con l'aiuto di ACU si può cercare una soluzione stragiudiziale della controversia, se del caso con l'intervento del Comitato Regionale delle Comunicazioni. In caso di mancata o insoddisfacente risposta, resta aperta la possibilità di richiedere il dovuto risarcimento alla competente Autorità Giudiziaria: Giudice di Pace fino a cinque milioni  delle vecchie lire ovvero Tribunale.

Per maggiori informazioni, potete contattare ACU.

Technorati Tag: ,,

Nessun commento: