venerdì 10 ottobre 2008

Riassunti dall’azienda gli otto ferrovieri licenziati

COORDINAMENTO DEI PENDOLARI LIGURI

http://pendolariliguri.blogspot.com

Si è risolta positivamente la vicenda degli 8 ferrovieri genovesi licenziati in tronco per non aver personalmente timbrato il cartellino: sono stati riassunti dopo aver ammesso di aver violato gli obblighi contrattuali. Una soluzione di compromesso, che ha permesso però di risolvere la questione in tempi relativamente brevi.

Da Il Secolo XIX

02 ottobre 2008

La vertenza degli 8 dipendenti genovesi licenziati ad agosto da Trenitalia per l’uso improprio del badge è stata definita oggi avanti il Tribunale di Genova. A seguito della proposta formulata alle parti dal Giudice del Lavoro, la vertenza ha trovato una composizione sulla base di alcune specifiche condizioni previste nel verbale di conciliazione.

A fronte dell’iniziale richiesta dei ricorrenti di vedere dichiarato illegittimo il licenziamento adottato nei loro confronti, con conseguente reintegra nel posto di lavoro dal giorno del licenziamento, l’intesa raggiunta si fonda su due importanti presupposti: - il riconoscimento da parte dei lavoratori dell’assoluta gravità della commessa violazione degli obblighi contrattuali, relativamente all’uso improprio ed illegittimo del badge, sanzionato con il licenziamento. - l’accettazione del licenziamento, quale sanzione per il comportamento tenuto e il conseguente ritiro del ricorso.

Su questi presupposti Trenitalia ha preso atto della maturazione della consapevolezza da parte dei lavoratori della gravità dell’inadempimento commesso e ha pertanto considerato ricostituito il rapporto fiduciario precedentemente venuto a cessare. Al fine di offrire una nuova opportunità ai lavoratori, Trenitalia ha pertanto ritenuto di poter definire la controversia con l’assunzione ex-novo dei ricorrenti dal 15/10/2008. Conseguentemente, per il periodo di interruzione dell’attività lavorativa tra il primo ed il secondo rapporto di lavoro, i ricorrenti non riceveranno retribuzione e saranno privati della relativa contribuzione. Di fatto, il lungo periodo di interruzione del rapporto di lavoro si pone per i lavoratori come un provvedimento sanzionatorio che va ben oltre la durata massima di 10 giorni di sospensione dal servizio, prevista dal contratto collettivo nazionale di lavoro.

La valutazione del Sindacato

Da “Rassegna.it”

"Pur non ritenendo completamente soddisfacente la risoluzione della vicenda dei ferrovieri licenziati, poiché la riassunzione al 15 ottobre 2008 lascia loro scoperto un periodo retributivo pari a 66 giorni, abbiamo ritenuto di accettare la proposta del giudice Dr. Gelonesi".  Ad affermarlo è una nota diffusa oggi dalla Filt Cgil ligure, relativamente alla vicenda della riassunzione dei lavoratori Trenitalia livenziati la scorsa estate. Abbiamo accettato - continua la nota - "perché la soluzione consente di risolvere definitivamente e senza strascichi giudiziari di anni, una vicenda non positiva per nessuno dei soggetti protagonisti. "Sin dall’inizio della vicenda  conclude il sindacato - l’obiettivo primario è stato quello di ridimensionare l’entità delle sanzioni comminate dall’azienda e riportare tutti i lavoratori nel loro posto di lavoro nel più breve tempo possibile. Siamo riusciti ad ottenere questo risultato. Ci auguriamo che si spengano presto i riflettori sugli errori e le responsabilità di questa vicenda e si possano affrontare con serietà i veri problemi del Gruppo FS".

E questa è anche la nostra valutazione, che sin dall’inizio di questa vicenda dicemmo che andavano, sì, comminate sanzioni, ma non certo il licenziamento. E, con l’augurio che anche la vicenda di Dante De Angelis, licenziato per aver denunciato problemi di sicurezza sui treni ES ed IC si risolva presto, ci auguriamo che, se da una parte i lavoratori devono fare con coscienza e responsabilità il loro dovere nei confronti dell’azienda, dall’altra l’azienda deve mettere tutti i lavoratori nelle migliori condizioni per svolgere correttamente e fino in fondo il loro lavoro.

E ora, con qualche meccanico in più, speriamo che anche i guasti vengano riparati più in fretta!

Cordiali saluti e, come sempre, buon viaggio!

Sonia Zarino

Coordinamento dei Pendolari Liguri

Coordinamento dei Pendolari del Levante Ligure

1 commento:

Anonimo ha detto...

What a great resource!