mercoledì 4 marzo 2009

Nucleare bandito dai piccoli Comuni.

L’iniziativa lanciata dal Coordinamento Nazionale Piccoli Comuni Italiani sul portale www.piccolicentrieuropei.com contro il nucleare in Italia ha trovato il consenso straordinario di migliaia di amministratori locali, associazioni culturali, parrocchie e tantissime piccole  e medie imprese.
Punta di diamante dell’iniziativa il Comune di Cancellara(PZ) con il Sindaco, Antonio LoRe. “Oltre duemila le delibere dei consigli comunali pronte per la Presidenza del Consiglio dei Ministri, insieme ad un milione di firme e cinque milioni di e-mail da lanciare per inondare la posta elettronica del Presidente del Consiglio dei Ministri per dire no ad una scelta ingiusta e sbagliata che condanna l’Italia alla preistoria energetica – il duro attacco del Portavoce di Piccoli Comuni, Virgilio Caivano, impegnato in provincia di Foggia per una riflessione sul sitema energetico italiano ed europeo – I Sindaci dei Piccoli Comuni, soprattutto del Sud stanno dimostrando grande sensibilità ed attenzione verso il tema del nucleare ed il Parlamento italiano deve tenerne conto. La nostra scelta strategica – ha concluso il leader di Piccoli Comuni  -  è legata alle fonti energetiche rinnovabili e domani saremo a Roma per ribadirlo ad alcuni parlamentari sensibili al tema dell’ambiente di ogni gruppo parlamentare. Il domani dei nostri figli è il nostro doveroso impegno dell’oggi”.
Oltre settecento Sindaci di piccoli Comuni come Cancellara hanno  ampio sostegno e adesione piena ad ogni forma di iniziativa democratica e corretta per ribadire il no al nucleare.
L’Addetto Stampa
Andrea Gisoldi

Nessun commento: