lunedì 6 aprile 2009

All Music S.p.A. licenzia 29 dipendenti su 37!!!

www.fallmusic.tk COMUNICATO STAMPA www.fallmusic.tk

I lavoratori di ALL MUSIC Spa, fornitore di contenuti per RETE A Spa, entrambe facenti parte del Gruppo Editoriale L’Espresso, hanno proclamato lo stato di agitazione a fronte dell’apertura del procedimento di licenziamento collettivo.

L’Azienda, che nella lettera inviata in data 05/03/09 in cui annunciava 29 licenziamenti su 37 dipendenti, ha espressamente dichiarato la non volontà a proseguire l’attività con le risorse interne affidando all’esterno o a società facenti capo al Gruppo Espresso alcune attività produttive. Riportiamo alcuni stralci della lettera:

1) …soppressione… del settore Sale/Studi – attualmente operante a Milano in Via Stromboli 18 – con affidamento delle residue attività a case di produzione esterne dalle quali verranno acquistati i programmi.

2) …soppressione delle unità organizzative che nell’ambito dell’attuale testata “All News” svolgono attività di regia, ripresa, montaggio e segreteria tecnica di redazione con esternalizzazione delle attività alla redazione della società Elemedia Spa del Gruppo Espresso.

La chiusura dell’azienda al dialogo con le O.O.S.S e con la RSU è stata comunicata in un incontro informale, anticipato ancora una volta nella comunicazione ufficiale del 05/03/09. Riportiamo alcuni passi significativi:

1) La determinazione aziendale di sopprimere e/o ridurre le specifiche attività …precludono oggettivamente l’ipotesi del ricorso a strumenti alternativi al licenziamento collettivo…. Non sono in progetto ristrutturazioni del sistema produttivo aziendale che consentano prospetticamente soluzioni di assorbimento di risorse....

2) Non sono previste, allo stato, misure per fronteggiare le conseguenze sul piano sociale….

3) …la società è comunque disponibile ad esaminare… eventuali richieste… ad esempio le dimissioni incentivate.

Visti i fatti i lavoratori hanno deciso di adottare tutte le misure necessarie affinchè il Gruppo Espresso si sieda al tavolo delle trattative e dialoghi con i rappresentanti sindacali.

E’ inaccettabile che l’Azienda non abbia comunicato il piano industriale di risanamento per il rilancio della televisione.

E’ inaccettabile che il Gruppo Espresso voglia chiudere gli studi televisivi per affidare a società esterne di produzione e post- produzione tutto il lavoro svolto dalla storica unità di Via Stromboli 18.

E’ inaccettabile che il Gruppo Espresso, con l’esternalizzazione delle produzione, favorisca il lavoro precario, peraltro già in difficoltà.

E’ inaccettabile che il Gruppo Espresso voglia chiudere la parte tecnica della testata “All News” per affidare il lavoro ad una società interna al gruppo stesso.

E’ inaccettabile che il Gruppo non voglia ricorrere agli ammortizzatori sociali o alla ricollocazione del personale all’interno del Gruppo stesso.

E’ inaccettabile che il Gruppo Espresso non tenga conto del grande impatto che questa azione avrà sui singoli dipendenti: ci sono lavoratori con moglie e figli a carico, monoreddito, ci sono due lavoratori coniugi con figli a carico, c’è una lavoratrice in aspettativa post-partum.

Queste persone, molte delle quali hanno superato i quaranta/cinquant’anni, entro giugno saranno licenziate e messe in gravi difficoltà.

Vogliamo denunciare il fatto che la crisi economica di All Music Spa non è stata causata dall’attuale contesto economico-finanziario mondiale ma dall’incapacità di gestione del management, dalla incapacità da parte della controllante – Gruppo Espresso – di adottare misure di contenimento dei costi sin dai primi segnali di perdite economiche, dall’incapacità da parte della concessionaria di pubblicità – Manzoni & C., di proprietà del Gruppo Espresso – di effettuare una adeguata politica commerciale per favorire il posizionamento del canale e i conseguenti introiti pubblicitari.

Milano, 13/03/09

E-mail: fallmusic@libero.it

Nessun commento: