martedì 23 giugno 2009

Ancora un bluff di Ryanair

COMITATO PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’AEROPORTO DI CIAMPINO

Comunicato Stampa

Ciampino, 19 giugno 2009      

Nella conferenza stampa di venerdì scorso l’amministratore delegato di Ryanair, O’Leary, ha presentato alla stampa il famoso studio alternativo al CRISTAL della Regione Lazio: in pratica si tratta di un documento parziale presentato da Aeroporti di Roma alla Commissione Aeroportuale e da questa bocciato. Insomma carta straccia.
O'Leary nella sua conferenza ha fatto altre gravi affermazioni, ripetendo più volte che i dati del rapporto ufficiale Cristal dell’Arpa Lazio sono falsi, che la Regione Lazio non è “un ente indipendente” e che ha “condizionato” i dati, il che dimostra quanto poco rispetto abbia per le leggi, i regolamenti e le istituzioni di un paese, come l’Italia, che lo ospita e gli fa guadagnare un sacco di soldi.
Ma le bugie hanno le gambe corte e per scoprire se qualcuno racconta balle, e anche molto grosse, basta andare su Internet e informarsi.
Si potrebbe scoprire, per esempio, che proprio Aeroporti di Roma ha smentito la sua collaborazione.
Restiamo in attesa della smentita di Enac, le cui competenze riguardano anche la tutela dell'ambiente e dei cittadini che vivono intorno agli aeroporti. Diventa allora ancora più incomprensibile l'indulgenza che Enac accorda a Ciampino ai comportamenti spregiudicati e guasconi di questa compagnia.
Siamo curiosi anche di sapere che cosa ne pensano le altre compagnie aeree di questa corsia preferenziale di cui gode Ryanair.
Ripetiamo infine quanto stiamo chiedendo da mesi, insieme ai sindaci di Ciampino e Marino, non a caso ripetutamente insultati dal medesimo O’Leary:
nel rispetto dei dati Cristal, chiediamo al Ministro Matteoli che si spostino subito i voli low cost da Ciampino e si porti il numero massimo dei movimenti giornalieri a non più di 60, per salvaguardare la salute della popolazione.

www.comitatoaeroportociampino.it

Nessun commento: