giovedì 2 luglio 2009

Energia: bollette ancora in calo, dal 1° luglio energia elettrica -1%, gas -7,7%

Autorità per l’energia elettrica e il gas

COMUNICATO

Da inizio anno calo medio totale del 13,1% - La spesa media annua delle famiglie si riduce di 85 euro rispetto al trimestre precedente

Milano, 30 giugno 2009 – Nuova diminuzione per le bollette di elettricità e gas. Da domani, 1° luglio, l’Autorità per l’energia ha infatti stabilito un’ulteriore riduzione delle condizioni economiche di riferimento1: energia elettrica -1% e gas –7,7%; un calo medio totale ponderato di circa il 5,7%.

La spesa su base annua della famiglia tipo si riduce così ulteriormente di circa 5 euro per l’energia elettrica e di 80 euro per il gas naturale, con un risparmio complessivo ulteriore di 85 euro su base annua In calo anche il Gpl (gas di petrolio liquefatto) distribuito in rete: - 1%, con una minore spesa di 6 euro su base annua.

Si tratta della terza diminuzione dell’anno: a gennaio, infatti, le bollette elettricità erano state ridotte del 5,1% e poi nuovamente del 2% in aprile; per il gas le riduzioni sono state dell’1% a inizio anno e poi del 7,5% in aprile. Con l’attuale aggiornamento, le riduzioni complessive dall’inizio del 2009 diventano: per il gas - 21% (al netto delle imposte) e - 15,4% (al lordo imposte); per l’energia elettrica - 8,4% (al netto imposte) e -8% (al lordo imposte). Ipotizzando di applicare il prezzo di dicembre ’08 ai consumi annui di una famiglia tipo e quello di luglio ’09 agli stessi consumi, queste riduzioni portano ad un risparmio totale lordo (gas ed energia elettrica) di 212 euro (-13,1%).

“L’odierna riduzione delle bollette è la terza consecutiva, sia per l’energia elettrica che per il gas; essa permetterà alle famiglie un concreto risparmio nel 2009, rispetto al 2008 – ha commentato il Presidente dell’Autorità per l’energia, Alessandro Ortis –. Oltre a queste consistenti diminuzioni, derivanti in gran parte dal calo dei prezzi petroliferi internazionali dei mesi passati, vanno considerati i risparmi aggiuntivi derivanti dal bonus elettrico per le famiglie in condizioni di disagio”. “Già oggi – ha spiegato Ortis – quasi un milione di famiglie ha fatto domanda al proprio Comune e 600 mila di esse sono già state ammesse al beneficio2. A questa misura sociale seguirà l’ormai imminente attivazione del bonus gas, con validità retroattiva da gennaio 2009”.

Le delibere con gli aggiornamenti (ARG/elt 78/09, ARG/gas 79/09, ARG/com 80/09, ARG/elt 81/09, ARG/gas 82/09 e ARG/gas 83/09) sono pubblicate sul sito www.autorita.energia.it.


1 Le condizioni di riferimento o di maggior tutela sono i prezzi fissati dall’Autorità che devono essere obbligatoriamente offerti alle famiglie e alle piccole imprese che non abbiano ancora deciso di scegliere le offerte di un nuovo fornitore sul mercato. Dal 1 ° luglio 2007, infatti, tutti i consumatori sono liberi di scegliere fra le varie offerte emergenti sul mercato o fruire delle condizioni economiche di riferimento indicate dall’Autorità. In ogni caso, a qualsiasi tipo di scelta e fornitura si applicano gli standard e le regole fissate dalla Autorità sulla qualità tecnica e commerciale dei servizi

2 Le istruzioni e i moduli per presentare la richiesta sono disponibili sui siti dell’Autorità (www.autorita.energia.it) e dell’ANCI, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (www.sgate.anci.it). L’Autorità ha anche messo a disposizione il numero verde 800.166.654.

Nessun commento: