martedì 19 gennaio 2010

Piccoli Comuni sosterrà i Presidenti regionali contro il nucleare.

Pubblichiamo di seguito l'appello ricevuto dal Coordinamento Nazionale Piccoli Comuni Italiani in materia di energia.

La Redazione ACU

 

Il Coordinamento Nazionale Piccoli Comuni Italiani riunito in seduta on-line approva la piena solidarietà al sistema delle Regioni che si oppone alla scelta dell’energia nucleare da parte del Governo centrale.  “La nostra scelta strategica in materia energetica è legata alle fonti energetiche rinnovabili – dichiara il Portavoce di Piccoli Comuni, Virgilio Caivano – Il Governo  - accusa Caivano – dimostra di non avere una politica condivisa sull’energia che per diritto Costituzionale, dopo la modifica dell’art. V della Costituzione è materia delle Regioni e nello stesso tempo offende e umilia i territori con scelte unilaterali. Il Governo rifletta sull’enorme perdita di energia grazie alle reti colabrodo e lavori ad un progetto nazionale delle reti delle reti in grado di convogliare tutta l’energia rinnovabile prodotta che rischia nei prossimi mesi di andare dispersa.
L’energia da fonti rinnovabili, l’utilizzo intelligente dei rifiuti ed una grande operazione culturale mirata al risparmio energetico  - ricorda il leader di Piccoli Comuni - le iniziative che Piccoli Comuni  mette in campo nei prossimi giorni”.
Il Coordinamento Nazionale Piccoli Comuni Italiani sosterrà alle consultazioni regionali quei candidati presidenti che nel programma elettorale si dichiarano contro il nucleare e fortemente convinti della scelta irreversibile delle fonti energetiche rinnovabili.
L’Addetto Stampa
Andrea Gisoldi

Nessun commento: