mercoledì 29 settembre 2010

Sportelli di biglietteria e macchinette ATM impazziti alla biglietteria di Vigevano: obbligano i pendolari al rinnovo abbonamento a tariffe superiori ai prezzi vigenti.

Gentili Signori della Regione Lombardia e di Trenitalia/RFI,

stiamo ricevendo numerose segnalazioni di pendolari della tratta Vigevano-Milano Porta Genova che si trovano IMPOSSIBILITATI ad effettuare il rinnovo dell’abbonamento integrato (Treno Milano) alla tariffa di Euro 67 vigente per la tratta in questione.

Stamattina (27 settembre) allo sportello della biglietteria della stazione di Vigevano, alla richiesta degli utenti di effettuare il rinnovo per ottobre, è stato obiettato che detto rinnovo comportava il pagamento di EURO 80 e che, se gli utenti volevano pagare la solita tariffa (EURO 67, tariffa vigente), avrebbero dovuto o effettuare l’abbonamento “cartaceo” oppure avrebbero dovuto RIPRESENTARSI in biglietteria il 1° OTTOBRE p.v.

Consideriamo tutto ciò illegale in totale assenza di comunicazione preventiva ai cittadini utenti di quanto stia accadendo presso le biglietterie di Trenitalia/RFI senza alcuna motivazione.

I pendolari hanno provato anche ad utilizzare le apposite macchinette “ATM” (di colore arancione) dove attivando l’opzione “Rinnovo abbonamento per il mese di ottobre” compariva ancora il prezzo maggiorato di EURO 80.

Considerata l’urgenza di rinnovare gli abbonamenti in questi ultimi giorni utili del mese, richiediamo ai funzionari della Regione e a Trenitalia/RFI di fornirci urgenti spiegazioni sull’aumento della tariffa da 67 a 80euro e sulla procedura immediata di rimborso a tutti coloro che, per colpa imputabile alla Regione e a Trenitalia/RFI, si vedono costretti in questi giorni ad effettuare un rinnovo del proprio abbonamento alla tariffa maggiorata di Euro 80. Richiediamo che il sovrapprezzo venga immediatamente “scalato” dall’abbonamento del mese successivo e che sorprese di questo tipo non debbano più accadere in quanto violano gli accordi tariffari.

Con l’occasione, comunichiamo che, presso la stazione di Voghera (sulla tratta Genova-Milano) la situazione si sta facendo insostenibile: il personale di biglietteria è insufficiente, le code in biglietteria a fine mese sono vergognose in quanto, sempre più spesso, nel periodo di rinnovo abbonamenti ci si trova davanti un solo sportello aperto.

In attesa di urgente riscontro, Vi porgiamo distinti saluti.

Iolanda Nanni

Coordinamento Provinciale Pendolari Pavesi

www.coordinamentopendolari.it

Nessun commento: