lunedì 18 ottobre 2010

CHIUSA LA IV EDIZIONE DELLA DUE GIORNI DEDICATA AL GPP: un’occasione di formazione, confronto e scambio tra imprese e PA orientate alla sostenibilità.

COMPRAVERDE-BUYGREEN

Forum Internazionale degli Acquisti Verdi

Lanciato il Manifesto “Dare il valore al cibo nella ristorazione collettiva” per una filiera agroalimentare sostenibile.

Giovedì 14 ottobre 2010 – Si è conclusa la quarta edizione di CompraVerde, il Forum Internazionale degli Acquisti Verdi di Cremona, che ha visto confrontarsi sui temi e le buone pratiche di Green Procurement istituzioni, imprese e realtà del non profit. green contact

Oltre 4000 gli operatori del settore che hanno partecipato ai 50 appuntamenti culturali e formativi in calendario, con 150 relatori coinvolti; più di 600 gli appuntamenti del Green Contact, la borsa (allestita sostenibilmente da Palm) che ha fatto incontrare la domanda e l’offerta di beni e servizi green; 160 le realtà pubbliche e private intervenute.

Il Forum è stata l’occasione per rispondere, con iniziative concrete, al crescente bisogno di aggiornamento e formazione sul tema degli acquisti verdi soprattutto da parte degli operatori della Pubblica Amministrazione, ma anche delle imprese. A più voci è emersa, inoltre, l’esigenza di avviare efficienti sistemi di monitoraggio che mettano in evidenza i costi degli acquisti verdi e i relativi risparmi sul lungo periodo, oltre che i risultati in termini di riduzione dell’impatto ambientale delle scelte GPP.

Necessità evidenziate anche dall’indagine, avviata di recente, sull’attuazione del Green Public Procurement nelle Amministrazioni Pubbliche italiane (condotta da Ecosistemi e presentata proprio a CompraVerde), in cui risultano ancora molti i freni alle politiche GPP da parte di numerose realtà. Le cause sono legate, in prevalenza, alle difficoltà di gestire i costi (nell’81,8% dei casi) e di definire i criteri ecologici da inserire nei bandi pubblici: il Forum CompraVerde rappresenta, in tal senso, un importante appuntamento per lo scambio e il confronto sui temi, per far sì che le competenze già acquisite e i modelli già realizzati possano diventare patrimonio comune.

All’esigenza di far incontrare i soggetti attori del GPP, ossia la domanda e l’offerta di beni e servizi sostenibili, CompraVerde ha risposto in particolare con il Green Contact, la “borsa” che ha permesso incontri one to one tra imprese fornitrici e PA interessate a orientare gli acquisti alla sostenibilità: dalla cancelleria per ufficio ai prodotti di tecnologia informatica, dagli arredi ai servizi di pulizia, fino ai trasporti e alla ristorazione.

Tema dominante di questa edizione di CompraVerde-BuyGreen la sostenibilità della filiera agroalimentare, che ha portato al lancio del Manifesto “Dare valore al cibo nella ristorazione collettiva, promosso dal Forum insieme ad ANGEM-associazione nazionale della ristorazione collettiva, Ctm Altromercato, Federbio, Risteco, Alce Nero. Sono più di cinque milioni e mezzo, in Italia, piatto biodegradabile le persone che ogni giorno fruiscono di mense aziendali, scolastiche o ospedaliere: attraverso il GPP si possono definire dei parametri che permettano, ad esempio, di ridurre l’impatto ambientale dei sistemi di trasporto, della gestione degli scarti, dei sistemi di pulizia, e che garantiscano all’utenza un cibo di qualità, inserito in un percorso di educazione al gusto e alla tutela della biodiversità e attento ai diritti sociali di chi lavora nelle filiere agroalimentari.

Il Manifesto nasce con l’obiettivo di riqualificare in senso sostenibile la filiera agroalimentare, settore strategico dell’economia italiana, valorizzando il cibo biologico, sano e di qualità. Condizione indispensabile è il riconoscimento, anche economico, del valore degli attori di tutta la filiera - dalla produzione alla preparazione degli alimenti, fino alla presentazione dei pasti -, che si impegnano nel rispetto dei criteri ambientali.

La questione della sostenibilità nell’agroalimentare è stata affrontata anche dal gruppo di lavoro della rete Ecofriends, l’Associazione di cittadini e imprese amiche dell'ambiente, che riunisce oggi oltre 40 realtà con l’obiettivo di fare sistema intorno a un modello economico che contribuisca al Bene Comune, nella salvaguardia dell'ambiente. Ecofriends ha portato a CompraVerde la riflessione sul ruolo fondamentale del packaging dei prodotti alimentari e dell’imballaggio nelle filiere distributive, presentando idee e progetti volti alla valorizzazione di tecniche e materiali amici dell’ambiente.

CompraVerde-BuyGreen è coerentemente all’insegna della sostenibilità e del rispetto ambientale ed è un evento organizzato in conformità allo standard BS 8901.

Nessun commento: