giovedì 9 dicembre 2010

Non Bruciamoci il Futuro

Comunicato stampa

Ci sono volute ben quattro sedute del Consiglio regionale del Lazio per far approvare la validità delle dodicimila firma apposte dai cittadini nel 2009 per un nuovo e diverso ciclo dei rifiuti senza inceneritori, UNICA E CONCRETA ALTERNATIVA ALL’ATTUALE ILLEGALITA’ CON IL 15% DI DIFFERENZIATA ED ALLA PROSSIMA E ANNUNCIATA EMERGENZA RIFIUTI PER DISCARICHE ESAURITE.

Nonostante il tentativo di aggrapparsi ad una normativa antiquata e superata, nonostante l’interesse ad annullare la voce dei cittadini e nonostante l’annunciato e pessimo nuovo piano rifiuti della giunta Polverini, con l’aiuto dell’associazione dei Giuristi Democratici di Roma e con il sostegno in aula dei gruppi consiliari di Federazione della Sinistra, Verdi, Sinistra e Libertà ed Italia dei Valori

SIAMO RIUSCITI OGGI A FAR VALIDARE LE NOSTRE FIRME PER POTER DIMOSTRARE MOLTO PRESTO CON IL PIANO RIFIUTI ALTERNATIVO E SOSTENIBILE E LA PROPOSTA DI LEGGE ALLA COMMISSIONE AMBIENTE ED AI CONSIGLIERI REGIONALI CHE:

UN ALTRO CICLO DEI RIFIUTI E’ POSSIBILE:

1. SENZA MEGADISCARICHE ED INCENERITORI,

2. RISPETTANDO LE LEGGI ITALIANA ED EUROPEA,

3. UTILIZZANDO UN DECIMO DELLE RISORSE,

4. AUMENTANDO DI 25 VOLTE L’OCCUPAZIONE,

5. SALVAGUARDANDO SALUTE ED AMBIENTE,

6. UTILIZZANDO TECNOLOGIE OPERANTI DA ANNI.

www.nonbruciamociilfuturo.org Il Portavoce NBF

Nessun commento: