giovedì 3 febbraio 2011

Comunità energetiche si incontrano oggi a Rocchetta Sant'Antonio - Foggia

Coordinamento Nazionale Piccoli Comuni Italiani www.piccolicentrieuropei.com

Piccoli Comuni energetici si raccontano

Rocchetta Sant’Antonio(Fg) - Giovedi 3 febbraio 2011 alle ore 16.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Rocchetta Sant'Antonio si terrà un focus group territoriale sul tema: "Comunità energetiche". L'iniziativa promossa dalla RSE SpA, (Ricerca Sistema Energetico), su incarico del Ministero dello Sviluppo Economico, finanziato dal Fondo "Ricerca per il Sistema Elettrico" (tramite l'Accordo di Programma stipulato con MSE, in data 29 luglio2009, in ottemperanza del DM 19 marzo 2009) finalizzato alla valutazione degli impatti di natura sociale, economica e territoriale connessi alla realizzazione di impianti eolici, con la collaborazione di Piccoli Comuni, prevede la partecipazione dei Sindaci dei Comuni di Rocchetta Sant'Antonio, Biccari, Anzando di Puglia, Accadia, Bovino, Lacedonia, Monteverde, Roseto Valfortore, Alberona , Faeto rappresentanti di imprese energetiche che hanno favorito lo sviluppo locale e il rispetto paesaggistico. Il Focus si propone di far emergere le buone pratiche riferite alla realizzazione di parchi eolici in termini di qualità della progettazione, dell'integrazione dei parchi all'interno dei diversi paesaggi e del grado di accettabilità sociale che ricevono i parchi da parte delle popolazioni locali. A coordinare i lavori del Focus insieme a Cristina Cavicchioli, GianMario Follini e Alessandro Scassellati il Portavoce di Piccoli Comuni, Virgilio Caivano.
“Il Focus group – commenta il Portavoce di Piccoli Comuni, Virgilio Caivano – rappresenta una straordinaria occasione per raccontare il percorso svolto dai piccoli Comuni energetici in grado di avere oggi la condizione per disegnare dal basso nuovi scenari positivi per lo sviluppo locale. Le fonti energetiche rinnovabili –continua Caivano – sono la condizione sine qua non per aprire nuove frontiere in termini di ricerca e innovazione in grado di generare nuova ricchezza e modelli di sviluppo alternativi a quelli canonici. Il Focus rappresenta anche il momento per fare il punto sul ruolo svolto dalle Regioni e sulla necessità di un vero piano industriale nazionale che il Governo italiano stenta e mettere in campo. Un piano industriale serio e credibile per fare del sistema energetico di filiera l’obiettivo vero da raggiungere tutti insieme. Il Focus – conclude Caivano – è anche l’occasione per rispondere con atti concreti a quella cattiva comunicazione che si ostina a dipingere le rinnovabili come il luogo del malaffare e della delinquenze a prescindere. La Puglia ha il dovere di continuare sulla strada intrapresa in questi cinque anni senza lasciarsi intimidire ne condizionare da puerili atteggiamenti politici messi in campo da personaggi in cerca di autore o autentici dilettanti allo sbaraglio”.
Il Coordinamento Nazionale Piccoli Comuni Italiani insiste nella sua azione di promozione e sensibilizzazione della pubblica opinione sulla necessità di costruire politiche serie sulle fonti rinnovabili a partire da misure di premialità verso quelle istituzioni locali ed imprese energetiche che si distinguono per le buone pratiche messe in campo.
L’Addetto Stampa
Andrea Gisioldi

Nessun commento: