giovedì 11 agosto 2011

Nyéléni Europa, il primo Forum Europeo per la Sovranità Alimentare, è ormai alle porte!

Comunicato stampa

Appuntamento dal 16 al 21 agosto 2011 a Krems, in Austria

La regione di Krems, rinomata per la produzione di vino e la vicinanza con il Danubio, ospiterà il primo Forum Europeo per la Sovranità Alimentare.
In una fase storica in cui la Commissione Europea sta preparando la proposta legislativa per il futuro della Politica Agricola Comune (la PAC post 2013), proposta che verrà presentata in ottobre, più di 500 cittadini provenienti da tutta Europa si incontreranno in Austria per mettere nero su bianco le loro proposte sulle principali sfide che l'agricoltura si trova oggi ad affrontare: sviluppare un sistema agricolo fondato su aziende familiari e di piccola scala, e mantenere il tessuto socio-economico e culturale delle zone rurali europee.

Le piccole aziende hanno di recente ricevuto maggiore attenzione nel dibattito politico europeo. Il Commissario all'Agricoltura Dacian Ciolos ha proposto, per la prima volta, uno schema specifico per le piccole aziende agricole nella comunicazione della Commissione Europea sulla PAC post 2013.

Quali misure concrete saranno adottate per realizzare questo importante traguardo politico? Le organizzazioni presenti a Krems daranno le loro risposte e proporranno strategie concrete per uno sviluppo territoriale equilibrato, per mantenere l'agricoltura familiare nel paesaggio rurale europeo, per produrre cibi sani e sviluppare le opportunità offerte dai mercati locali.

Il Forum Nyéléni Europa sarà articolato in riunioni plenarie e gruppi di lavoro. La discussione sarà focalizzata su tematiche emergenti inerenti il raggiungimento della sovranità alimentare sia dentro che fuori dall'Europa e riguarderà le seguenti cinque aree:

1. I modelli di produzione (agro-ecologia, energia, clima, OGM, biodiversità).
2. Mercati/organizzazione di filiere alimentari e di catene alimentari (il dominio delle corporations nella filiera alimentare, i mercati locali, la speculazione alimentare, l’agro-mafia, la solidarietà).
3. Condizioni di lavoro/aspetti sociali (i lavoratori agricoli e migranti, reddito, salute, accesso al cibo).
4. L'accesso alla terra e alle altre risorse (insediamento di giovani agricoltori e relativo finanziamento, acqua, semi).
5. Politiche pubbliche (PAC e sviluppo rurale, le politiche per la pesca, l'energia e il commercio, etc.).

Il Forum sarà inoltre scandito da un ricco calendario di appuntamenti, ma gli eventi più interessanti per i media e il pubblico sono stati concentrati nella giornata del 19 agosto. In particolare segnaliamo:

  • il Mercato delle idee, dalle 16.00 alle 22.00, dove verranno presentati tutti i contenuti del Forum Nyéléni Europa e ci sarà spazio per intervistare e raccogliere le testimonianze delle organizzazioni e delle associazioni presenti;
  • Escursioni e visite rurali, dalle 9.00 alle 14.00, ovvero visite sul campo presso le locali aziende agricole che si sono distinte con buone pratiche di sovranità alimentare.

Segnaliamo anche che domenica 21, in mattinata, si svolgerà l'assemblea plenaria per l'adozione della dichiarazione finale del Forum e dell'action agenda.

La sei giorni di Forum rappresenta un'occasione unica di incontrare agricoltori, consumatori, ricercatori, donne, giovani e associazioni che vogliono essere portatori e promotori di cambiamenti reali nella nostra società!

Il Comitato Italiano per la Sovranità Alimentare (CISA) sta preparando la delegazione italiana che parteciperà al Forum di Nyéleni Europa, il focal point del Forum per l'Italia è Luca Colombo, coordinatore della Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica (FIRAB). Per informazioni e adesioni scrivere a l.colombo@firab.it

Per partecipare al Forum come stampa è necessario accreditarsi compilando il modulo di iscrizione allegato e rispedendolo a Marzia REZZIN marzia.rezzin@eurovia.org, entro il 5 agosto.

Cos'è la Sovranità Alimetare?

Il concetto di Sovranità Alimentare è stato lanciato per la prima volta da La Via Campesina nel 1996, durante il Summit Mondiale sul Cibo della FAO che ebbe luogo a Roma. Un concetto elaborato anche come reazione all’inclusione di cibo e agricoltura nei processi di liberalizzazione della nascente WTO e che da allora ha assunto un ruolo sempre maggiore nel dibattito su cibo e agricoltura e nelle riflessioni sulle politiche alternative al neoliberismo. La Sovranità Alimentare, infatti, mette i contadini, i produttori e i cittadini al centro del dibattito e sostiene il diritto di ciascuno e di tutti i popoli a produrre alimenti locali e culturalmente appropriati, indipendentemente dalle condizioni del mercato internazionale.

Per maggiori informazioni sul Forum di Nyéleni Europa scarica il press kit,
oppure leggi la definizione di Sovranità Alimentare data con la Dichiarazione di Nyéléni (Mali 2007) o visita i siti www.nyelenieurope.net; www.cisaonline.org

Nessun commento: