venerdì 1 giugno 2012

Bologna: scoppia apparecchiatura su carrozza intercity

 

FORSE UN SERBATOIO O UN'APPARECCHIATURA ELETTRICA. I PEZZI DI LAMIERA DEL PANNELLO VOLANO SUL MARCIAPIEDE

BOLOGNA 31 maggio 2012 - Oggi pomeriggio un boato proveniente dalla seconda carrozza del treno IC 590 Salerno-Milano, ha - comprensibilmente - generato il panico nella stazione di Bologna dove il treno era in transito. I frammenti del pannello della carenatura laterale sono volati a diversi metri di distanza, dal terzo al primo binario.

Fortunatamente in quel momento non c'erano viaggiatori, quindi non ci sono stati feriti ma solo tanta paura per il forte rumore paragonabile ad una vera e propria esplosione. Molti infatti hanno temuto che si trattasse di una bomba tanto che è stata effettuata un'accurata ispezione anche dagli artificieri e dalla polizia scientifica. Secondo i primi accertamenti della polizia ferroviaria però, è stata esclusa qualsiasi ipotesi dolosa; l'incidente sarebbe stato causato con molta probabilità da una delle apparecchiature di bordo, elettrica o pneumatica. Non è la prima volta che le apparecchiature di bordo 'scoppiano' mettendo a rischio l'incolumità dei viaggiatori e degli stessi ferrovieri. Era accaduto alcuni anni or sono con i serbatoi d'aria dell'ETR 500, poi sostituiti sull'intera flotta per una lacuna strutturale ed all'ETR 480 quando il 3 gennaio 2006 avvenne un'esplosione nella cabina alta tensione a causa di un malfunzionamento delle apparecchiature. Il treno è stato posto sotto sequestro dalla Polfer e le indagini saranno coordinate dalla pm Gabriella Taviano. I circa 200 viaggiatori hanno proseguito il viaggio con altri treni.Bologna, 31 maggio 2012

Nessun commento: