martedì 15 gennaio 2013

Contraccettivo Yasmin: CSS contro BAYER

 

Fonte: CBGnetwork

La cassa malati svizzera CSS chiede al gruppo farmaceutico tedesco Bayer centinaia di migliaia di franchi per la cura di presunte vittime della pillola contraccettiva Yasmin. Lo ha detto ieri sera alla trasmissione 10vor10 della televisione svizzero tedesca SRF un avvocato di una vittima svizzera.

09/01/13 --- 10vor10 aveva tematizzato i possibili effetti secondari del medicinale nel 2011. Un servizio si era occupato di una 16enne che dopo aver assunto Yasmin aveva subito un'embolia polmonare e da allora è gravemente handicappata. Vari studi hanno effettivamente rivelato un maggiore rischio, anche se limitato, di formazione di emboli in seguito all'uso dell'anticoncezionale. Yasmin fino al 2010 è stata la pillola ormonale più venduta in Svizzera.

Questa sera nella trasmissione d'informazione di SRF il legale Felix Rüegg, che ha inoltrato una denuncia contro Bayer per conto della famiglia dell'allora 16enne, ha spiegato che finora CSS ha speso 600'000 franchi per cure destinate alla giovane donna. In un altro caso la cassa ha dovuto sborsare oltre 900'000 franchi. CSS ora intende recuperare questo denaro: "È inammissibile che la collettività paghi e che il gruppo Bayer contemporaneamente realizzi utili", ha dichiarato Rüegg. Concretamente CSS ha inoltrato un cosiddetto "intervento accessorio a sostegno della querelante".

Francia, disabile dopo la pillola: 25enne chiede danni alla Bayer

Si tratta di Marion Larat, di Bordeux. La ragazza ha avuto trombosi e danni cerebrali che la hanno resa disabile per il 65% . E' il primo caso francese. In america sono 15 mila.

21-12-2012, PARIGI – Denuncerà per danni involontari alla sua integrità fisica il colosso farmaceutico Bayer. La pillola anticoncezionale le ha causato gravissimi danni alla salute. Per lo stesso motivo Marion Larat, 25anni, francese di Bordeaux, ha deciso di coinvolgere anche l'Agenzia sanitaria francese per la sicurezza dei farmaci (Ansm) per "violazione del principio di precauzione". Era il 2006 e Marion cominciò a prendere la pillola di terza generazione Meliane. Poco dopo il dramma. Un grave incidente vascolare cerebrale che le ha causato handicap pesanti. Un handicap stimato in circa il 65% di disabilità. Il legame tra il contraccettivo e il rischio trombosi è scattato solo 6 anni dopo nel paese esagonale. Nel settembre 2012, infatti, il ministro della salute francese Marisol Touraine sarebbe progressivamente tolto dalla lista dei framaci rimborsati dalla cassa mutua proprio perchè renderebbe doppio il rischio trombosi. Un rischio, comunque, secondo il ministero sarebbe di 3-4 quasi su 10 mila pazienti. Ma nel caso di Marion le cose sarebbero un po' più complicate: Marion sarebbe infatti portatrice del fattore V di Leiden, una variante della proteina fattore V umana che aumenterebbe il rischio di trombosi venosa. "In questi casi l'uso di contraccettivi orali è sconsigliatissimo. Ma nessuno", ha sottolineato Larat, "ha proposto a Marion di effettuare controlli sui fattori di coagulazione prima di prescriverle la pillola. Né le sono mai stati chiesti gli antecedenti familiari". Va detto che gli avvocati difensori della ragazza, Philippe Courtois e Jean-Christophe Coubris sono specializzati nella difesa delle vittime di malasanità anche se in Francia questa è stata la prima denuncia penale contro una pillola contraccettiva, ha precisato l'avvocato Philippe Courtois. Negli Stati Uniti di denunce contro Bayer se ne contano 15 mila".

vedere anche:

Chiediamo aiuto! La Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer è a serio rischio.

Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer
www.cbgnetwork.org (anche in italiano)
CBGnetwork@aol.com
Fax: (+49) 211-333 940   Tel: (+49) 211-333 911

Mandate un messaggio e-mail se desiderate ricevere la nostra newsletter gratuita in Italiano e/o in Inglese.
Abbiamo bisogno del vostro aiuto. Le nostre campagne internazionali sono costose, non riceviamo alcuna sovvenzione pubblica e dipendiamo interamente dalle vostre donazioni.
Potete inviare un assegno bancario a
CBG, Postfach 15 04 18, 40081 Duesseldorf, Germania
o un bonifico bancario al seguente numero di conto corrente:
8016 533 000 presso GLS Bank, Germany
sort code: 430 609 67
Codice BIC (Bank Identifier Code) /SWIFT : GENODEM1GLS

IBAN (International Bank Account Number):  DE88 4306 0967 8016 5330 00
Ricordate che un bonifico bancario all'interno dell'Europa costa normalmente quanto un bonifico all'interno del vostro paese se si forniscono i codici BIC e IBAN della banca destinataria.

Gruppo di consulenza scientifica
Prof. Dr. Anton Schneider, biologo
Prof. Dr. Juergen Rochlitz, chimico, già membro del parlamento tedesco
Wolfram Esche, legale
Dr. Sigrid Müller, farmacologo
Prof. Rainer Roth, esperto in scienze sociali
Eva Bulling-Schroeter, membro del parlamento tedesco
Prof. Dr. Juergen Junginger, designer
Dr. Janis Schmelzer, storico
Dr. Erika Abczynski, pediatra

Nessun commento: