mercoledì 12 giugno 2013

Ciampino aeroporto pericoloso per atterraggi di emergenza. Volo Wizz in difficoltà pretende atterraggio di emergenza a Fiumicino.

Comunicato stampa del Comitato per la riduzione dell'impatto ambientale dell'aeroporto di Ciampino (CRIAAC)

"Pure nella drammaticità della situazione nella quale si è venuto a trovare, dobbiamo ringraziare il Comandante del volo Wizz per la sua scelta coraggiosa di pretendere di atterrare sulle piste lunghe 4 chilometri e con molto spazio intorno di Fiumicino anziché sulla pericolosa pista di Ciampino, lunga la meta e stretta tra le case a 150 m, da un lato,  e l'aerostazione ad uguale distanza, dall'altro lato, nonché confinante con la trafficata Via dei Laghi e l'altrettanto trafficata diramazione della Via Appia."

Ha dichiarato Pierluigi Adami, portavoce del Comitato, riferendosi all'atterraggio di emergenza di sabato 8 giugno del volo della Wizz Air originariamente diretto a Ciampino.
Non si possono invece ringraziare Governi, politici e speculatori privati che ormai dal 2000 continuano ad utilizzare Ciampino come un "normale" aeroporto, sottoponendo i residenti ad un inquinamento ambientale molto oltre i limiti di legge, a gravi rischi sanitari e, come poteva accadere in questo caso, al drammatico rischio di una vera e propria catastrofe.
Anzi, è già successo in passato che aerei in difficoltà, originariamente diretti a Fiumicino, siano stati dirottati a Ciampino forse solo in virtù dei minori danni economici per un eventuale fermo “per disastro” di questa pista meno pregiata di quelle di Fiumicino.
Eppure proprio nei prossimi giorni Governo e Regione Lazio avrebbero la possibilità di risolvere una volta per tutte questo scandalo.
Scade infatti il 1 luglio il termine concesso dalle norme ad Aeroporti di Roma per presentare il piano di rientro nei limiti di legge dell'attuale drammatico impatto ambientale prodotto dall'assurdo traffico aereo che grava su Ciampino.
È nei poteri della Regione ridurre anche a zero il tempo da concedere ad Aeroporti di Roma per il rientro nei limiti di legge ed è nei poteri del Ministro delle infrastrutture e trasporti e del Governo ridurre immediatamente o trasferire altrove i voli.
Speriamo di poter ringraziare presto questa Giunta regionale e questo Governo per aver posto fine a questa situazione di illegalità.
Per ora possiamo solo ringraziare il coraggioso comandante del volo Wizz.
Grazie comandante! Un po' di coraggioso buon senso, come il suo, speriamo non resti merce rara in questo Paese.

Nessun commento: